ARMOCROMIA: QUALE STAGIONE SEI E QUALI SONO I TUOI COLORI AMICI?




Oggi scopriremo cos’è l’armocromia e quale palette di colori è in grado di valorizzare ogni donna al meglio, ma soprattutto vi daremo gli strumenti necessari per capirlo.

E’ ormai noto alle più come ognuno di noi abbia dei colori amici che ci valorizzano e altri, invece, che tendono a spegnerci, o comunque a non renderci giustizia. Ciò non dipende in alcun modo da noi o dal nostro gusto personale, bensì dal fatto che quelle tonalità di colore contrastino con i nostri colori naturali.


Ecco come tutto d’un tratto capirete perchè quel colore di capelli che tanto amate in realtà non vi dona, e anche perchè il nero o il bianco, che si pensa si addicano a tutti, non lo fanno affatto.

E’ proprio questo il motivo per cui nasce tale pratica e per cui esistono delle consulenti di immagine altamente specializzate che ci aiutano ad individuare la nostra palette cromatica con l’analisi del colore e la teoria delle stagioni.


Ai giorni nostri, la massima esperta in materia è Rossella Magliaccio, famosa curatrice di immagine ed esperta di colore, fondatrice dell’Italian Image Institute e autrice del libro manifesto "Armocromia, Il metodo dei colori amici che rivoluzione la vita e non solo l’immagine". Grazie alle sue dritte, proviamo a dare anche a voi qualche consiglio per scoprire a quale stagione appartenere e di conseguenza quale palette vi dona di più.


Come individuare i colori amici?


Per determinare la palette più adatta a ciascuno, è necessario volgere la propria attenzione al colore della pelle, degli occhi e dei capelli. E’ preferibile fare questa analisi da struccate e soprattutto non abbronzate, per avere un risultato più veritiero.

Prima di tutto bisogna capire se si hanno dei colori caldi o freddi: per questo, è necessario valutare il sottotono della propria pelle.

Ci si può aiutare con con il draping, ossia accostando al proprio volto dei tessuti che propongono le diverse cromie declinate in versione calda e fredda (ad esempio il rosa, nella versione calda "albicocca" o in quella fredda "confetto") e i due metalli, oro e argento. In genere si capisce immediatamente quale opzione dona maggiormente al proprio volto: ad esempio, se si ha un sottotono caldo, si verrà esaltati dalle sfumature calde dell'oro, se il sottotono è freddo, ci valorizzerà di più l'argento.

Fino a qui sembra tutto facile, ma in realtà non lo è così tanto: consigliamo a tutte di acquistare il libro di Rossella che abbiamo citato prima, dove si spiega nei minimi dettagli come fare.

In linea di massima, le 4 stagioni seguono a grandi linee queste caratteristiche:

L'inverno ha un sottotono freddo e una intensità di colore alta. E' adatto alle pelli olivastre, grigiastre o rosate. I capelli sono castano scuro, nero, cenere, con riflessi non dorati ma freddi. Gli occhi invece sono castani scuri, quasi neri (ad esempio Kendall Jenner), oppure grigi o azzurri chiari, in contrasto con la capigliatura scura (vedi Eva Green). Ottime quindi le tinte scure (blu, nero, antracite, viola, rosso ciliegia, smeraldo) o chiarissime (bianco ottico, grigio tenue, celeste, rosa pallido e ghiaccio). Da evitare assolutamente sono beige, arancioni, giallo dorato, verde bosco, i rossi aranciati, i marroni caldi e i nocciola.

L’autunno invece è caldo, con una intensità dei colori bassa. Le sue donne presentano in genere un contrasto piuttosto basso tra pelle e chioma, che è in genere castana, più o meno chiara, o rossa, e può avere riflessi dorati o ramati, comunque dai colori caldi.Gli occhi possono essere sia marrone scuro, che nocciola e verdi. Non è raro il caso di un color marrone-verdognolo con qualche pagliuzza sui toni del giallo oro. I colori da usare sono tutte le nuance che riprendono le sfumature della terra e le classiche cromie del foliage autunnale: beige, arancio, marroni, verde bosco e oliva, cammello, oro, bronzo, giallo dorato, avorio, corallo, blu scuro. Da evitare invece le tinte dal sottotono blu, viola, grigio, tinte pastello, bianco ottico e fucsia.

L’estate ha un sottotono freddo, con una intensità di colore bassa. La pelle è medio-chiara con sottotono rosato (freddo). Gli occhi azzurri, verde acqua, grigio o verdi. I capelli qui sono biondo chiaro e castano medio con riflessi cenere (non ci sono riflessi dorati o ramati). Da usare dunque le tinte pastello (come rosa cipria, lavanda, celeste, verde acqua, malva, grigio tenue) ma anche tinte più scure e fredde, come rosso carminio, prugna, blu lavagna o il grigio tortora. In particolare le nuance pastello saranno ideali per le donne Summer Soft. Da evitare assolutamente i colori caldi come, marrone, beige, ocra, arancio e avorio, e le tinte molto accese e vibranti visto che in questo gruppo c'è una intensità bassa e una non eccessiva radiosità, che invece contraddistingue la stagione successiva.

Per finire c’è la primavera, stagione dai colori caldi. La sua dote primaria è la radiosità, quindi le sue rappresentati saranno chiare e luminose ma non fredde, a differenza dell'estate. Un'altra differenza con quest'ultima è che le sue donne reggono molto bene i colori forti, grazie al loro incarnato tipicamente radioso; infatti qui l'intensità è alta. La pelle è medio-chiara con sottotono pesca, avorio o beige (caldo), gli occhi sono azzurro cielo, bluastri, nocciola o verdi e i capelli castano chiaro, biondo miele e con riflessi dorati o rame. Da usare sono le tinte chiare e calde tra cui cammello, terracotta, avorio, beige, burro, guscio d'uovo, albicocca, pesca, salmone, arancio, rosso aranciato, oro rosa, corallo, salvia e mela, azzurro, color tiffany, rosa e blu. Da evitare invece tutti i colori scuri che spengono la naturale luminosità, tra cui nero, navy, grigio scuro e bianco ottico.

E tu, a quale stagione appartieni?

Alla prossima settimana.


#ZetaOro